Perchè Ahimsa...



Ahiṃsā (devanagari अहिंसा) è un termine sanscrito il cui significato più semplice è non violenza.

Il cammino dello Yoga, di cui parla Patanjali nel testo Yoga Sutra, prevede otto passaggi/stadi fondamentali per la crescita e l’evoluzione dell’individuo.

1. Yama (cinque astensioni)
2. Nyama (cinque osservanze)
2. Asana (posizioni yoga)
3. Pranayama (controllo del respiro)
4. Pratyahara (controllo dei sensi)
5. Dharana (concentrazione)
6. Dhyana (meditazione)
7. Samadhi (illuminazione, liberazione)

Ahimsa è il primo yama . E’ l’invito ad astenersi da un atteggiamento violento verso persone, animali, cose. Non fare del male. Eliminare la violenza dalle proprie azioni, parole, pensieri.

Questo concettto ha per me significati profondi che vanno a caratterizzare la mia attività professionale e la strada che sto percorrendo.

Ogni giorno siamo violenti e aggressivi. Spesso non ce ne accorgiamo perché sono forme di violenza sottili che hanno assunto un carattere di apparente normalità. Abbiamo toni di voce aggressivi, diamo risposte taglienti, siamo nel giudizio degli altri e di noi stessi, trattiamo con noncuranza i luoghi che ci circondano e gli ambienti in cui viviamo. Spesso non ci prendiamo cura di noi e sottoponiamo il nostro corpo e la nostra mente a stress continui ed eccessivi e anhe quando arrivano segnali forti e chiari di un malessere continuiamo a non considerare i nostri limiti.

Tutto questo ci porta contiuamente in contatto con sentimenti di violenza.

Non essere violenti vuol dire essere benevoli e prenderci cura di noi stessi ascoltando i nostri reali bisogni. Vuol dire non essere in competizione con sé stessi e con gli altri. Vuol dire non giudicare continuamente ogni cosa ma osservare ciò che accade con occhi più limpidi. Nella pratica Yoga vuol dire fare un cammino personale nel rispetto dei propri tempi e delle proprie possibilità. Evitare quindi di voler fare a tutti i costi posizioni difficili che rischiano solamente di creare traumi al corpo o continuare a pensare allo Yoga come ai cm che mi mancano per arrivare a toccare i piedi.

Non violenza vuol dire stare nella fluidità senza sforzo, senza opporsi, stare in quello che accade con sincerità e onestà. Vuol dire avere pazienza. Non stare nei risultati e nelle aspettative ma godersi il cammino. Voler conoscere il prossimo senza giudicare ma restando nello scambio e nella condivisione.

Il Centro Ahimsa Yoga e Ayurveda vuole essere un luogo in cui poter vivere in condivisione e accoglienza. Un luogo in cui conoscere Yoga e Ayurveda come due percorsi di profondo rispetto e compassione verso sé stessi.

Un luogo in cui non c’è fretta. Un luogo in cui semplicemente entrare, fare un passo per continuare il proprio cammino.

top